Istruzioni per l'esensione GEF di gdb

Scaricare i sorgenti di GEF da github. Premere il pulsante verde "Clone or download" e scegliere "Download ZIP". Si otterrà il file gef-dev.zip, che potete scompattare in qualche directory, sia DIR. All'interno di DIR troverete il file gef.py. Per usare GEF è sufficiente che gdb legga questo file.

Una volta lanciato gdb, potete fargli leggere il file con il comando

	source /percorso-di-DIR/gef.py
(Ovviamente sostituite "/percorso-di-DIR" con il percorso della directory che contiene gef.py.)

Per evitare di dover riscrivere il precedente comando ogni volta che lanciate gdb, potete creare (se non esiste già) il file ~/.gdbinit, che viene letto ed eseguito automaticamente da gdb ad ogni avvio.

Per esempio, scrivendo il seguente comando nel terminale:

        echo "source /percorso-di-DIR/gef.py" >> ~/.gdbinit
aggiungerete il comando che ci interessa in fondo a ~/.gdbinit (creandolo se non esiste già).

GEF ha un help in-linea, a cui si può accedere scrivendo

	gef help
dalla riga di comando di gdb. Tenete presente che si tratta di una estensione molto complessa, pensata per il reverse engineering. La maggior parte dei suoi comandi, quindi, non ci serve.



Powered by apache Powered by Gentoo Linux Powered by MySQL Powered by PHP Powered by Perl Site written in vi Valid HTML 4.01!